4-8 marzo: Open Week per la salute delle donne
Pubblicato il 21/02/2019

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

L’open week è al completo!
In queste ore sono arrivate moltissime richieste di prenotazione per l’Open Week del progetto Miulli in Rosa. La settimana dedicata alla salute femminile ha ottenuto una risposta superiore a ogni nostra aspettativa.

Siamo lieti di annunciare che, proprio alla luce del successo dell’iniziativa e per rispondere alle esigenze del maggior numero di donne, organizzeremo entro il mese di aprile una nuova Open Week! Al più presto vi daremo tutte le informazioni necessarie per prenotare.

IL MIULLI PER LA SALUTE DELLE DONNE

Da sempre impegnato nel fornire cura e dedizione verso i malati e i più bisognosi, l’Ospedale “F. Miulli” intende ora creare un percorso specifico dedicato alla salute della donna. Attraverso un intreccio di attività di informazione e prevenzione, il nostro Ente prosegue dunque il lavoro già svolto nel corso degli anni seguendo le pazienti nelle diverse fasi della vita. Affiancando un programma di attività potenziato a una serie di iniziative che si alterneranno per due anni, “Miulli in Rosa” si propone come laboratorio permanente sul benessere della donna. Per far ciò, l’Ospedale ha creato un team interdisciplinare di altissimo profilo che si occuperà dell’universo femminile e del suo rapporto con i temi della prevenzione e della cura. Un progetto importante per un impegno di grande responsabilità.
Mons. Domenico Laddaga
Delegato del Governatore


Nell’ambito del progetto “Miulli in Rosa”, l’Ospedale “F. Miulli” ha organizzato una Open Week dedicata ad alcune delle principali “preoccupazioni” che affliggono le donne nel loro percorso di vita e di salute.
Ci è sembrato giusto, pertanto, indirizzare i nostri sforzi e le nostre professionalità all’approfondimento e alla conoscenza della cura e della prevenzione dell’infertilità femminile, della menopausa, delle patologie dell’età fertile, della patologia mammaria e della patologia tiroidea.
Ogni giorno, per un’intera settimana, dedicheremo tutte le nostre attenzioni a questi specifici settori del mondo femminile e saremo a disposizione per fornire valutazioni cliniche e strumentali, un counseling accurato e tutti gli elementi utili all’informazione, alla conoscenza e alla prevenzione di queste patologie.
Maurizio Guido
Direttore U.O.C. Ginecologia E Ostetricia


L’infertilità è un problema che coinvolge approssimativamente il 15% delle coppie. Questo fenomeno colpisce in egual misura sia gli uomini (30%) che le donne (30%), nel 20% dei casi entrambi i membri della coppia, mentre in un restante 20% non è possibile individuare una causa certa in quanto non risultano anomalie evidenti in nessuno dei partner.
È classificata come “infertile” la coppia che non ottiene un concepimento dopo 12 mesi di rapporti non protetti e nei seguenti casi è giustificato iniziare accertamenti per determinare eventuali cause di infertilità:

  • dopo almeno 12 mesi di rapporti liberi;
  • dopo 6 mesi per le donne di età oltre 35 anni;
  • dopo 6 mesi in presenza di fattori di rischio (pregressi interventi sugli organi pelvici, pregresse gravi infezioni utero-ovariche, endometriosi)

Il centro di Procreazione Medicalmente Assistita di I livello dell’Ospedale “F. Miulli” si occupa della gestione dell’infertilità di coppia da diversi anni.
L’équipe medica e biologica ha elaborato metodologie atte a fornire un servizio diagnostico e terapeutico all’avanguardia. In più il lavoro di coordinamento multidisciplinare, l’informatizzazione di tutti i servizi e il ricorso continuo al counseling, hanno reso possibile un modo innovativo di assistere il paziente.

In occasione dell’Open Week sarà prevista una visita ambulatoriale alle coppie infertili che necessitano di un primo screening diagnostico e terapeutico.

Il tumore alla mammella (ovvero la crescita incontrollata e anomala di cellule all’interno della ghiandola mammaria) è il tumore più frequente all’interno della popolazione femminile: si stima infatti che colpisca circa 1 donna ogni 8 e circa 30.000 donne italiane ogni anno. Una diagnosi precoce del tumore al seno non solo aumenta le possibilità di guarire dalla malattia, ma permette anche di scegliere un approccio meno aggressivo e più rispettoso del corpo della donna, sia con la terapia medica che con la chirurgia.
Nell’Ospedale “F. Miulli” la Senologia è un percorso unico che accompagna costantemente la donna a partire dalla prevenzione, passando per la diagnosi, la terapia e la riabilitazione, che si avvale di un’équipe professionale multispecialistica per cogliere e sviluppare ogni aspetto di questo iter sanitario, restituendo alla donna che affronta il cancro al seno la propria salute fisica, mentale e sociale.
Abbiamo deciso di elaborare un percorso diagnostico e terapeutico unico e personale per ogni donna, condiviso da tutta l’équipe e dalla paziente, che permetta di arrivare alla soluzione più adatta al singolo caso.

Nell’ambito del progetto “Miulli in Rosa”, è previsto un percorso di prevenzione del cancro al seno così articolato:

  • visita senologica;
  • mammografia;
  • eventuale ecografia mammaria;
  • inserimento diretto in lista d’attesa qualora si ravvisasse una problematica chirurgica.

La tiroide ricopre un ruolo di primaria importanza, poiché nell’organismo si occupa di produrre, immagazzinare e rilasciare degli ormoni determinanti nell’attivazione di numerosi processi metabolici e di crescita.
Le manifestazioni patologiche della tiroide possono riguardare la sfera funzionale (con ipo o iper-secrezione ormonale), la patologia nodulare fino al gozzo plurinodulare (che può comportare sintomatologia compressiva, dispnea, disfagia, disfonia) e patologia tumorale.
L’Ospedale “F. Miulli” mette a disposizione un team pluridisciplinare di specialisti dedicati alla patologia tiroidea benigna e oncologica, che da anni collabora strettamente con i nostri Centri di eccellenza di Oncologia, le altre Unità Operative di questo Ospedale, gli specialisti e i medici di Medicina Generale sul territorio.
Mettiamo a disposizione delle nostre pazienti:

  • l’U.O.C. di Endocrinologia e Diabetologia, Centro di riferimento regionale;
  • strong> il Centro Diagnostico Endocrinochirurgico ove si effettuano ecografie ed agoaspirati eco-guidati;
  • Ambulatori di Endocrinologia ed Endocrinochirurgia;
  • Medicina Nucleare, servizio ove vengono eseguite le scintigrafie;
  • interventi di chirurgia Mini-Invasiva Video-Assistita (MIVAT), interventi oncologici, compresa la linfadenectomia laterocervicale.

I servizi offerti durante la giornata dedicata alla tiroide sono:

  • prelievo per TSH, Calcio e Fosforo (presso il Centro Prelievi, piano -1);
  • ecografia tiroidea (presso il Servizio di Ecografia, piano -1);
  • visita Endocrinologica (presso il Servizio di Ecografia, piano -1);
  • eventuale Agoaspirato tiroideo con esame citologico (presso il Servizio di Ecografia, piano -1);
  • eventuale Visita Endocrinochirurgica (presso il Servizio di Ecografia, piano -1).


Le patologie della sfera ginecologica sono molteplici e possono interessare la donna nelle diverse fasi della vita. Alcune delle possibili alterazioni che si possono presentare durante il percorso di vita di una donna in età fertile sono:

  • irregolarità del ciclo mestruale;
  • sindrome dell’ovaio policistico e possibili alterazioni metaboliche ad essa correlate;
  • patologie sessualmente trasmissibili;
  • endometriosi;
  • alterazioni benigne dell’utero (polipi, fibromatosi) e dell’ovaio (cisti);
  • patologia neoplastica.

L’Ospedale “F. Miulli” è ormai da tempo particolarmente attento alla cura e alla prevenzione di tutte queste patologie e offre all’utenza un’ampia gamma di prestazioni ambulatoriali indirizzate alla diagnosi e alla terapia di queste specifiche problematiche. Negli ultimi anni si sono inoltre sviluppate diverse competenze strumentali e cliniche che hanno qualificato la nostra struttura come centro di eccellenza nel campo della ginecologia.

Questa giornata dell’Open Week è dedicata alla conoscenza e all’informazione del variegato mondo delle possibili problematiche della donna in età fertile. Dedicheremo particolare attenzione all’ascolto e all’accoglienza con la possibilità di eseguire una visita ginecologica e alcuni esami strumentali per essere di reale supporto in un percorso di prevenzione, diagnosi e cura di eventuali patologie.

 
 

Con il termine menopausa si indica quel periodo della vita di ogni donna, generalmente intorno ai 45-55 anni, caratterizzato da importanti cambiamenti della funzione ormonale femminile che determinano la scomparsa del ciclo mestruale.
I sintomi più frequenti sono dovuti alla carenza di estrogeni, una condizione che altera i sistemi di termoregolazione – causando vampate e sudorazioni – e induce modificazioni del ritmo del sonno. A questi si possono associare disturbi quali palpitazioni, disturbi dell’umore, secchezza vaginale. In menopausa, inoltre, aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e diminuisce la densità ossea, con maggior rischio di osteoporosi e conseguenti fratture.
La Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale “F. Miulli” ha istituito dei PAC (Pacchetti Ambulatoriali Complessi) diagnostici e terapeutici per la valutazione dei disturbi e delle patologie correlate alla menopausa. Questo ambulatorio plurispecialistico prevede la collaborazione di specialisti afferenti a diverse discipline cointeressate, insieme alla ginecologia, alla gestione degli specifici profili di cura quali la cardiologia, l’endocrinologia e la radiologia.

Nel corso della prima visita di valutazione il ginecologo stabilirà il programma diagnostico da seguire, inserendo la paziente in un percorso assistenziale che prevedrà l’accesso preferenziale a indagini di laboratorio ed esami strumentali.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Condividi questo contenuto