22 febbraio: Convegno “Lo scompenso cardiaco: update”
Pubblicato il 12/01/2018

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Si terrà giovedì 22 febbraio, nella sala convegni dell’Ospedale “F.Miulli” di Acquaviva delle Fonti il congresso “Lo scompenso cardiaco: update“, un evento che nasce dalla volontà di fornire approfondimento, aggiornamento e confronto di tipo multidisciplinare su un tema di attualità e di grande rilievo scientifico. La giornata di lavori vede come responsabile il dott. Massimo Errico, direttore della Medicina Interna e Geriatria del Miulli, e sarà organizzata in sei sessioni focalizzate sullo scompenso cardiaco, le terapie e i device.

Il convegno coinvolge a 360 gradi la medicina interna, la geriatria e la cardiologia sia ospedaliere che territoriali, coinvolgendo specialisti di elevato livello e puntando l’attenzione sulle novità in merito al trattamento dello scompenso cardiaco, pilotato dalle recenti linee guida europee. Essa è infatti patologia di forte impatto clinico, epidemiologico ed economico che – oltre ad interessare il sistema cardiovascolare – coinvolge anche diversi organi ed apparati (comorbidità).

La strutturazione del congresso in sessioni monotematiche fornirà ai partecipanti una panoramica esaustiva ed attuale sull’argomento. Tali sessioni daranno informazioni pratiche in merito all’approccio diagnostico e terapeutico del paziente con scompenso cardiaco ed alle metodologie per garantire una adeguata continuità terapeutica tra ospedale e territorio.

L’evento, che consente l’ottenimento di n. 7 crediti ECM, è gratuito e riservato a 80 partecipanti tra medici (tutte le specializzazioni), infermieri, farmacisti ospedalieri, biologi. Per l’iscrizione si prega voler compilare ed inviare alla Segreteria Organizzativa la scheda di registrazione disponibile sul sito www.italianacongressi.it secondo le modalità ed entro i termini previsti sulla stessa.

Clicca qui per scaricare la brochure del convegno

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Condividi questo contenuto